Accoglienza

PER PERSONE SENZA DIMORA: le richieste di accoglienza vengono valutate dal Centro di Ascolto durante colloqui conoscitivi nei quali si ascoltano le esigenze delle persone e si individuano le strutture di accoglienza che, per organizzazione e caratteristiche, riescono a rispondere meglio alle problematiche su cui intervenire. Durante il periodo di accoglienza si definiscono, con la disponibilità della persona, i Percorsi Individualizzati di Inserimento Sociale mirati all’autonomia possibile. In tal caso si attivano e valorizzando le risorse della persona e le figure professionali dell’ Associazione, in stretta collaborazione con i servizi del territorio a seconda dei casi e delle competenze. Le accoglienze sono vincolate al rispetto di un regolamento interno che disciplina la vita comunitaria.

In adesione alle direttive per il contenimento del contagio COVID al momento non è possibile accedere direttamente alle strutture di accoglienza ma si rinvia allo sportello di segretariato sociale ASP che tramite collaborazione con USL attiva un percorso sanitario che prevede il sottoporsi al tampone.

0
persone accolte dal 1992
0
persone accolte durante il 2020

PER PERSONE SOTTOPOSTE A MISURE ALTERNATIVE: Presso le diverse attività dell’Associazione Viale K accogliamo persone sottoposte alio svolgimento dei Lavori di pubblica utilità, Messa alla prova e attività di volontariato in regime di sorveglianza in virtù di una convenzione con il Tribunale di Ferrara.
Le richieste vengono inoltrate direttamente dall’Avvocato al centro di Ascolto che individua le necessità e disponibilità della persona e valuta in base alla compatibilità delle attività in corso. Successivamente, in caso di disponibilità, viene programmato un incontro conoscitivo per elaborare il Piano di Lavoro da sottoporre all’Ufficio UIEPE.

TIROCINANTI: sono previsti anche inserimenti di persone in tirocinio formativo inviate da diversi Enti di Formazione del territorio e dall’Università di Ferrara e Bologna, nelle diverse attività educative e di assistenza

LE NOSTRE COMUNITA'
  • Casa Mambro

    La Casa Mambro è una piccola comunità di accoglienza per 6 uomini adulti (sia italiani che immigrati) che, superata la fase della prima accoglienza, sono a buon punto con un percorso di inserimento sociale. Le persone accolte sono impegnate nelle attività ordinarie dell'Associazione. Accanto alla comunità vi è la sede del CENTRO DI ASCOLTO

  • Villa Albertina

    Villa Albertina è una struttura di prima accoglienza notturna per uomini adulti, italiani e immigrati senza dimora che necessitano di brevi periodi di permanenza. Offre una capienza massima di 24 posti letto. Presso il dormitorio l'operatore  approfondisce il dialogo dal quale possono essere gettate le basi per una progettazione mirata a uscire dalla situazione di difficoltà.

  • Comunità "Santa Rita"

    Ex convento di Santa Rita situato nel centro cittadino di Ferrara, aperto in piena emergenza freddo durante il rigido inverno 2011/2012 per dare riparo alle persone che in quel momento vivevano in strada. Attualmente accoglie piccoli nuclei famigliari in difficoltà, italiane e straniere, segnalate dai servizi sociali. Il 22 Maggio di ogni anno si svolge la tradizionale benedizione delle rose.

  • Nebo

    Una casa pensata per l’accoglienza e l'integrazione. E' il luogo nato nell'ex presidio psichiatrico di Mura di Porta Po, in zona GAD, dove si trovano anche le aule in cui viene insegnato l'italiano a profughi e migranti e attività di doposcuola per gli alunni della scuola primaria e secondaria in difficoltà e a rischio di emarginazione sociale.

  • Comunità "Casa di Stefano"

     La Comunità "Casa di Stefano" è situata in un'area verde a pochi km dalla città e dispone di 12 posti per uomini adulti che, oltre a trovarsi in situazioni di indigenza, hanno subito traumi relazionali o comunque legati al loro vissuto. Sono persone che più di altre hanno bisogno di un ambiente protetto. La "Casa di Stefano" si autofinanzia con diverse attività come ad esempio la coltivazione dell'orto.

  • Comunità Rinascita

    Comunità di accoglienza e inserimento sociale avviata nel 2003 situata a Sabbioncello San Pietro. immersa. Accoglie uomini adulti in gravi difficoltà economiche e sociali. La comunità  ha sviluppato diversi progetti che impegnano attivamente gli ospiti sia per dare un senso all'accoglienza sia per autofinanziare la comunità.

  • Comunità "San Giuseppe"

    La Casa di accoglienza apre nel 2015 a Copparo ed attualmente ospita persone richiedenti protezione internazionale e alcuni ospiti italiani provenienti da situazioni di disagio e fragilità sociale. Oltre all’accoglienza è stato inoltre implementato un progetto di Co-Housing  e laboratori “di vita” con il progetto "QUASI" in stretta collaborazione con i servizi ASSP Terre e Fiumi.

  • Comunità "Casa Ospitale"

    La comunità “Casa Ospitale” è situata ad Argenta, nella frazione di Ospital Monacale.

    E’ aperta da settembre 2014 e ospita al massimo 13 uomini adulti sia italiane che straniere; persone con problemi socio economici e di emergenza abitativa, in stretta collaborazione con i Servizi Sociali del territorio. In alcuni periodi dell’anno accoglie anche persone esterne alla comunità che svolgono attività di tirocinio o volontariato.

Related Post

4 Aprile 2021

Centro di ascolto

Precedente Successivo Cos’è Il Centro di ascolto è il

4 Aprile 2021

Consulenza Legale

L’ Associazione Viale K offre un servizio di consulenza