accoglienza famiglie ucraine

In questi ultimi giorni siamo letteralmente sommersi dalle telefonate di privati cittadini che chiedono informazioni sull’accoglienza di famiglie ucraine.

Ma cosa devono fare queste persone una volta giunte sul territorio italiano?

 

Il sito del Comune di Ferrara ospita la sezione “EMERGENZA UCRAINA” dove sono fornite tutte le informazioni utili, e l’elenco delle azioni messe in campo a sostegno della popolazione ucraina. Pubblichiamo per comodità un estratto:

Segnalazione della presenza

I cittadini ucraini in arrivo in città sono tenuti a presentarsi entro 8 giorni alla Questura di Ferrara al fine di denunciare la propria presenza sul territorio.

Gli uffici di Corso Ercole I d’Este n. 26 sono aperti tutti i giorni dalle 8.30 alle 12.30 – telefono: 0532 294311 – fax: 0532 294777 – email: urp.quest.fe@pecps.poliziadistato.it

ACCOGLIENZA

Il sistema di accoglienza sarà predisposto dalla Prefettura, secondo i percorsi indicati dal Governo, attraverso la rete nazionale dei CAS (Centri di accoglienza straordinaria) e del SAI (Sistema di accoglienza e integrazione) d’intesa con gli Enti Locali. 

Gli Uffici della Prefettura in corso Ercole I d’Este 16 – 16a – 18 ricevono solo su appuntamento. Contatti: email urp.pref_ferrara@interno.it – telefono 0532 294410.

ASSISTENZA SANITARIA

L’Azienda sanitaria locale ha predisposto un percorso di assistenza sanitaria che prevede il rilascio ai profughi dei tesserini sanitari STP (Stranieri Temporaneamente Presenti).

Il tesserino sanitario garantisce la presa in carico temporanea e ha validità su tutto il territorio nazionale e, nel caso di minori, l’iscrizione al Servizio Sanitario Regionale con l’assegnazione di un pediatra di libera scelta o medico di medicina generale.

Con la presa in carico l’Azienda USL attiverà:

  • il rilascio del codice STP;
  • la programmazione delle sedute tamponi;
  • la collocazione di eventuali soggetti positivi presso strutture Covid.

La procedura richiede la trasmissione all’Azienda USL della seguente documentazione:

  1. ln caso di profughi ospiti di CAS e SAI, il responsabile del CAS/SAI comunica ad AUSL l’elenco degli ospiti, completo di documenti di identità e dichiarazione di ospitalità.
  2. ln caso di profughi ospiti di familiari e conoscenti, la Questura e il Comune di Ferrara comunicano ad AUSL l’elenco degli ospiti completo di documenti di identità e dichiarazione di ospitalità.
    A tale scopo il Comune di Ferrara mette a disposizione dei profughi la casella email emergenzaucraina@comune.fe.it.

RACCOLTA DI BENI DI PRIMA NECESSITA’

Il Comune di Ferrara ha avviato, con AFM Farmacie comunali – email afm@afm.fe.it, una raccolta di medicinali e prodotti sanitari. Oltre alle Farmacie comunali, all’iniziativa hanno aderito anche diverse farmacie private.

RACCOLTA FONDI

La Regione Emilia-Romagna ha avviato una raccolta di fondi che verranno impiegati per l’assistenza e aiuti umanitari ai profughi della guerra in corso in Ucraina.

Si può versare la propria donazione – indicando con chiarezza la causale “EMERGENZA UCRAINA” – sul seguente Iban:  IT69G0200802435000104428964.
Dall’estero, codice Bic Swift: UNCRITM1BA2.

Il conto corrente è intestato all’Agenzia per la sicurezza territoriale e la protezione civile dell’Emilia-Romagna.

Punti informativi sul territorio 
URP – Ufficio Relazioni con il Pubblico del Comune di Ferrara
email: urp@comune.fe.it
telefono: 800532532

SSUI – Sportello sociale unico integrato
email: sportellosocialeui@aspfe.it
telefono: 3493142452 e 3428951860

Gli sportelli ricevono solo su appuntamento.

Inoltre

dal SITO DELLA POLIZIA DI STATO  arriva un vademecum (una scheda di due pagine in italiano, ucraino e inglese) che contiene una serie di informazioni utili: dagli obblighi sanitari per la normativa anti Covid-19 alle procedure per la regolarizzazione delle propria permanenza ma anche a chi rivolgersi in caso di necessità di un alloggio.

Si segnala che il Dipartimento della Protezione Civile – in collaborazione con il ministero dell’Interno, le Prefetture, le Regioni e gli Enti Locali – sta predisponendo un piano di prima accoglienza per permettere la regolare permanenza sul territorio italiano ai cittadini ucraini in fuga.

Per chi non dispone di una sistemazione l’invito è quello di rivolgersi agli uffici della prefettura della città in cui ci si trova per essere inseriti in una struttura di accoglienza.

Per comodità riportiamo le schede informative in Ucraino e in Italiano:

SCHEDA INFORMATIVA IN LINGUA UCRAINA

scheda UKR pag 1
scheda UKR 2

SCHEDA INFORMATIVA IN LINGUA ITALIANA

SCHEDA ITA PAG 2

ASSISTENZA SANITARIA A FERRARA

assistenza sanitaria ucraini
L’Azienda USL di Ferrara si occupa della presa in carico sanitaria dei profughi provenienti dall’Ucraina.
Di seguito tutte le informazioni per l’assistenza sanitaria ai profughi
Da lunedì 14 marzo attivo un Punto Assistenza Unico presso il Centro Fiere di Ferrara, in Via della Fiera n. 11 presso il quale saranno assicurati, con l’ausilio di mediatori culturali e interpreti e modulistica bilingue, i seguenti servizi:
Servizi sanitari, accessibili dalle 8.00 alle 20.00 tutti i giorni, anche la domenica, per:
– Rilascio tesserino Stp per l’accesso alle cure;
– Tamponi per accertamento positività al Covid ed eventuale percorso di isolamento in caso di positività;
– Vaccinazione anti Covid 19 per adulti e bambini;
– Valutazione della situazione rispetto alle altre vaccinazioni obbligatorie per adulti e bambini, ed eventuale somministrazione (anti-poliomielitica, anti-difterica, anti-tetanica, anti-epatite B, anti-pertosse, anti-Haemophilus influenzae tipo b, anti-morbillo, anti-rosolia, anti-parotite e anti-varicella);
– Test mantoux (screening tubercolare);
– Distribuzione mascherine Ffp2.
Sportello della Questura, accessibile dalle 8.30 alle 13.30 dal lunedì al sabato, per:
– Dichiarazione di presenza in Italia (che lo straniero deve effettuare per legge entro 8 giorni dall’ingresso in Italia);
– Informazioni sul rilascio del permesso di soggiorno per protezione temporanea;
– Orientamento all’accoglienza in collegamento con la Prefettura.
Per i medesimi servizi i cittadini ucraini già sottoposti a tampone potranno in ogni caso rivolgersi agli uffici della Questura di Ferrara, in Corso Ercole I d’Este, 26 dal lunedì al venerdì dalle ore 8.30 alle 13.30 e dalle 14.30 alle 17.30 e il sabato dalle ore 8.30 alle 12.30

Inserimento scolastico

iscrizione scuola bambini ucraini

Con l’arrivo in città di numerosi profughi in fuga dall’Ucraina, la macchina dell’accoglienza ferrarese si è già mobilitata, in questi giorni, anche per l’inserimento a scuola di bambini e ragazzi di tutte le età. A gestire le attività su questo fronte è il tavolo tecnico coordinato dal Comune di Ferrara, attraverso il proprio Assessorato alla Pubblica Istruzione, assieme all’Ufficio Scolastico territoriale.

Per favorire l’inserimento dei nuovi arrivati, nelle prime fasi di accoglienza, è prevista l’attivazione di interventi di mediazione linguistica e culturale per gli alunni e per eventuali colloqui con le famiglie. Inoltre, all’interno delle scuole individuate saranno organizzati gruppi di accoglienza, suddivisi in base all’età degli studenti, con attività laboratoriali dedicate all’apprendimento della lingua italiana.

Il tavolo tecnico ha individuato quattro punti di riferimento a cui rivolgersi per le iscrizioni e l’accoglienza alle scuole, in base all’età di bambini e ragazzi:

– Fascia d’età 0-6 anni:
informazioni sui servizi del territorio presso il Punto unico, tel. 0532-418148, indirizzo mail puntounico@edu.comune.fe.it 

– Fascia d’età 6-14 anni: Ufficio accoglienza alunni stranieri presso l’Istituto Comprensivo n. 1 scuola “Govoni” in via Fortezza 20 e scuola “Tasso” in viale Cavour 75, tel. 0532-770444 e tel. 0532-200056, dal lunedì al venerdì dalle 10:30 alle 12:30, indirizzo mail rita.marconi@govoni.istruzioneer.it oppure feic81100x@istruzione.it

– Fascia d’età 14-18 anni: per l’iscrizione agli Istituti Superiori, all’Istituto di Istruzione secondaria “G. Carducci” di Ferrara, via Canapa n. 75, tel. 0532-53600, dal lunedì al venerdì dalle 10:00 alle 12:00, indirizzo mail liceo.carducci@carduccife.edu.it

– Istruzione per adulti (CPIA): tel. 0532-91788 oppure indirizzo mail: femm07000r@istruzione.it dal lunedì al sabato dalle 10:00 alle 12:00 e il mercoledì e giovedì dalle 15:00 alle 17:00.

Si chiede cortesemente di segnalare agli uffici di riferimento sopraindicati se i bambini e i ragazzi sono portatori di disabilità certificate.

Dal sito web del Comune di Ferrara 

Info dalla Regione Emilia-Romagna

info dalla regione ER

Related Post

concerto di beneficenza biglietto
17 Maggio 2022

Concerto di beneficenza. Un pasto per biglietto

Concerto di beneficenza. Un pasto per biglietto. In occasione

materiale didattico/ricreativo bambini ucraini
18 Marzo 2022

Materiale didattico/ricreativo per bambini ucraini

In questi giorni stanno arrivando famiglie ucraine con i